I Comandamenti NON Sono per Noi



I comandamenti presenti nella Bibbia NON sono ASSOLUTAMENTE per noi, Yahwhe diede quelle tavole solo agli Israeliti, e quando Yahweh dice agli Israeliti di "non uccidere" non intende in assoluto, ma intende che gli Israeliti non devono uccidersi tra di loro, infatti quando Yahweh gli ordina una guerra -per ampliare il proprio territorio o solo per rubare i beni di quel popolo- gli Israeliti hanno l'obbligo di uccidere tutti, persino donne e bambini (innocenti). I comandamenti sono stati da Yahweh pensati solo per il suo esercito, infatti sono leggi adatte ad un esercito. Non sono leggi da lui pensate per essere etiche, morali o spirituali, assolutamente no; sono linee guida per far convivere bene un esercito guerrafondaio. Tra l'altro Yahweh (quello che i cristiani chiamano erroneamente Dio) dice fino alla nausea che lui è l'El d'Israele, dicendo espressamente che vuole fare il bene solo del suo popolo (gli Israeliti), con cui infatti stringe un patto. In nessun versetto dice di essere l'El di tutto il mondo e di voler fare il bene dell'umanità intera !
Questa cosa, contrariamente a quanto si possa pensare, è ben nota anche ai cristiani/cattolici. Infatti qui vi faccio un copia incolla di una domanda e di una risposta, prese su un sito ufficiale di
cristiani/cattolici:

Domanda: "I cristiani devono ubbidire alla legge dell’Antico Testamento?"

Risposta: La chiave per comprendere questo problema sta nel sapere che la legge dell’Antico Testamento fu data alla nazione d’Israele, non ai cristiani. Alcune leggi dovevano far sapere agli Israeliti come ubbidire e piacere a Dio (ad esempio i Dieci Comandamenti), altre dovevano mostrare loro come adorare Dio (il sistema sacrificale), mentre altre dovevano semplicemente rendere gli Israeliti diversi dalle altre nazioni (le regole sul cibo e sull'abbigliamento). Nessuna
legge dell’Antico Testamento si applica a noi.


Tra l'altro anche i nostri avi sapevano benissimo che la Bibbia è rivolta solo agli Israeliti, infatti molti sostenevano che Adamo ed Eva fossero solo i progenitori degli Israeliti e non di tutto il mondo. Costoro erano chiamati i preadamiti, i preadamiti sono ed erano i sostenitori del preadamitismo (letteralmente "prima di Adamo") teoria che sostiene che dall'analisi della Bibbia si possa dedurre che prima ancora di Adamo esistessero simultaneamente molte coppie umane. Tra questi troviamo il filosofo, scrittore e monaco Giordano Bruno che nel 1591 (accogliendo la tesi dei preadamiti) dichiara: "Solo gli Ebrei discendono da Adamo ed Eva"(cfr. Poemi filosofici latini, pp 291 e 874). Quindi il fatto che la Bibbia fosse rivolta solo agli Israeliti, era una cosa ben nota anche nel passato, ovviamente nota a chi era nelle sfere più alte, perché alle masse venivano date in pasto solo falsità e favolette.


Quindi la mia domanda alla luce di tutto ciò è: si può sapere allora perché la Chiesa fece tutti quei morti (con l'inquisizioni eccetera) ? Perché gente non Israelita è stata brutalmente uccisa con la motivante che quelle leggi fossero per tutto il mondo, quando nella Bibbia si legge nero su bianco che quelle leggi sono solo ed esclusivamente per gli Israeliti ? Ma sopratutto perché ancora adesso la Chiesa continua a mentire, quando pagheranno per gli omicidi e ingiustizie che hanno fatto nei loro secoli di potere ?
Ovviamente alcune di queste domande sono retoriche, di cui già so la risposta; la religione è stata usata per dominare e sottomettere il popolo, le caste hanno sempre saputo la verità su quel libro (per approfondire leggi anche: La Bibbia non Parla di Spiritualità). Quello che è successo è un inganno legalizzato, infatti ad oggi nessuna istituzione o giustizia muove un dito per processare la Chiesa, complice di tale delitti. Quindi l'ultima domanda rimane aperta: quando la Chiesa verrà processata per i suoi crimini e inganni ?
Finché le altre istituzioni la difendono, sono e saranno sempre complici, non trovate ?
Beppe Caselle